Subdola passione


donna specchio

a volte pensi che la vita potrebbe essere molto più semplice di quanto nn riesci a percepire.
basterebbe solo volerlo.
ma non sarà sta sera. no. questa sarà un’altra notte bastarda.
un’altra notte nella quale perderai ancora un pezzo di te.
Una di quelle notti nelle quali il vento è forte e la pioggia batte con violenza contro il vetro.

guardi il tuo riflesso, sei tu.
ma non sembri più la stessa.
i lineamenti sono sempre dolci e le labbra carnose. forse solo più magra.
ma fai difficoltà a riconoscerti.
solo gli occhi dicono chi sei, sono di un bellissimo color smeraldo eppure troppo vecchi per i tuoi soli 25 anni.
sei bella, lo sai.

chiudi gli occhi.
nella mente balena un lampo. ma no, stanotte non puoi pensarci.

lentamente li riapri.
avanti a te un grande specchio, come quelli delle dame, sopra un tavolino ordinato ma pieno di trucco, profumi ed una spazzola d’argento. a terra decine di scarpe molto costose… troppo.
anche il resto dell’appartamento è lussuoso. sembrerebbe quasi tu sia una principessa.
ma ciò che preferisci è quello specchio!
hai sempre trascorso troppo tempo seduta a mirarti. con troppa cura pettini le tue ciglia, lunghe, folte, perfetta cornice di occhi di ghiaccio.

Sei agitata come se fosse un primo appuntamento.
l’emozione si sta tramutando in ansia.
Non fai altro che controllarti e ricontrollarti:
gli occhi sono perfetti.. come al solito
le labbra!? stranamente hanno un colorito smorto.
è l’agitazione. ci vuole solo un pò di colore“.
ma la mano che guida la matita non trema.. ancora un pò di rossetto e poi bisogna sfumare il tutto con una spugnetta. l’effetto deve essere naturale!
Continui a tremare dall’emozione, ma lui non si fa attendere.
Eccolo è arrivato
apri.
pensi “controllati .. cosa gli dico.. vorrà da bere .. gli piacerà il mio vestito … ho la pelle un pò irritata, forse lo noterà
ma con una voce sensuale dici solamente “ciao. entra

in quel vestito rosso ogni minima curva del tuo corpo è ben delineata:
una scollatura generosa mostra un seno perfetto ed il sedere.. bhe, quello è sempre stato il tuo punto forte.
ed il tuo ospite non può far a meno di guardarti estasiato.
Non bada ai convenevoli ed immediatamente ti cinge la vita con un braccio, mentre l’altra mano con determinazione scivola sul collo.
senti tutto il suo corpo contro il tuo.
con estrema dolcezza ti bacia. la mano che nn ti serra a se cerca la tua, che nel trasporto avevi abbandonato lungo il tuo corpo, come se fosse priva di vita. la solleva e tu senti un brivido lungo la schiena mentre i suoi polpastrelli si uniscono ai tuoi.quel gesto, quella dolcezza ti stupisce. è in netto contrasto con la stretta ferma e pensi che non vorresti liberarti mai da quella morsa.
Mentre ti adagia sul letto, pensi che è un uomo meraviglioso. Ti sembra sincero.
Sei irrimediabilmente attratta da lui.
il tuo petto si solleva e si abbassa ad un ritmo veloce ma armonioso.

lasci cadere la testa all’indietro.
sogni, tra le braccia del bel morfeo.

dalla finestra che affaccia sulla strada, un caldo raggio ti sveglia.
Ad occhi chiusi, tendi la mano cercandolo… lentamente scorre sulle lenzuola di seta.
Stringi qualcosa.
la mente si offusca nuovamente.
la testa inizia a girare. ti sembra che ondeggi sul collo a destra e a sinistra come una trottola impazzita, come se potesse quasi staccarsi.

dalla finestra provengono rumori che si mescolano formando una lenta canzone e pensi a casa.
non ti sei mai sentita a casa da nessuna parte.
una lacrima scende silenziosa sulle guance fin sulle labbra. l’assapori.. ha un buon sapore ..
lentamente apri gli occhi
ti siedi
riponi i soldi nel cassetto.

Annunci

6 pensieri su “Subdola passione

  1. Bhè se rappresenta almeno la metà di quello che avevi in mente, può dirsi già ammirevole..
    Raffinarlo? Perchè? E’ naturale, non sembra quello che poi è…un incontro fugace, ma anzi tutt’altro!!!

  2. Chiudere un racconto come questo con una nota come quella alla fine, lo distrugge. Hai commesso lo stesso errore anche l’altra volta.

    È come spiegare una barzelletta dopo averla raccontata…

    Un consiglio, per i lettori posteri: sega via ste note.

  3. nono, assolutamente. L’ultima frase è parte del racconto, anzi è la chiave della storia, se si può dire così. nemo si riferiva ad una nota al racconto che avevo inserito e poi, dopo riflessione, ho cancellato.
    Non avrei mai eliminato nulla del racconto! 😉
    cmq, mi fa piacere che l’hai trovato bello! grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...