Alla ricerca del giusto equilibrio …


prospettive

Le medesime passioni hanno
nell’uomo e nella donna
un ritmo diverso:
perciò uomo e donna
continuano a fraintendersi.

by Friedrich Nietzsche


La verità è donna.
Allora è possibile che dotti e filosofi si siamo sempre intesi male con ella? goffi e petulanti corteggiatori si sono avvicinati alla verità, maldestramente in cerca dei favori di una donna. La quale, è certo che non li abbia concessi!

La volontà è donna.
Sempre ossessionati dalla volontà della verità. L’amore di una donna spinge ad intraprendere le più temerarie imprese. Ma a quanti problemi conduce tale volontà.

La curiosità è donna.
Per lei, si ricerca la verità nella falsità. Ed ancora incomprensione. Può nascere qualcosa dal suo contrario? potrebbe mai nascere amore dall’odio? la saggezza dalla stoltezza?

Si potrebbe rabbrividire innanzi a tale possibilità. Eppure dalla morte nasce la vita. Fenice sorta dalle proprie ceneri, la verità si nasconde dietro l’errore. La volontà della verità nasce dalla volontà della falsità.
E’ vero infatti, che tessitori di ragnatele intorno alla verità, perseguiamo la falsità, la superficialità conservando l’ignoranza solo per poter godere del lato effimero della vita. Ecco quindi che la volontà di verità nasce dalla volontà dell’illusione.

Sempre in costante ricerca del proprio IO, inventiamo e ci inventiamo e siamo disposti a soccombere sotto la volontà del non sapere, dell’incertezza. Ma in fondo che importa aver la ragione, la verità. Seppure avessimo ragione avremmo il nostro essere, la nostra anima?
Nascosti sotto mille maschere, perdiamo i particolari, perdiamo l’essenza del momento. Bramosi di raggiungere l’amore supremo, tutto è concesso, tutto è permesso. Amore lo chiamiamo. Amore fraterno, amore di passione, amore dell’amore. Ma l’amore resta tale se, per giungere ad esso, ci si intenge le mani di rosso? Se per il bene supremo si uccidesse, la falsità dell’azione è un’obiezione al fine stesso? o il dolce calore dell’amore giustifica l’agire?

Alla ricerca del nostro essere, sorseggiamo la vita come un bicchiere di vino. Lo annusiamo, ne scrutiamo il colore per poi cercare a poco a poco di assaporarne l’essenza. Perdendo in questo modo l’impeto del calore che scende nella gola fino allo stomaco irradiando il cuore e l’anima. Poichè non deve solamente dissetare ma far godere ogni singola papilla.
Dovremmo solo abbandonare gli interrogativi per poter affondare i denti nel collo della vita e succhiarne la linfa. Chiudere gli occhi, ascoltare il ritmo incalzante dei battiti del proprio cuore alla ricerca solamente del giusto equilibrio. e di noi stessi.

Da molto, queste riflessioni ronzavano nella mia mente errante. Avevo accantonato l’intenzione di rendervi partecipi, ma iniziare la lettura degli aforismi “Al di là del bene e del male” di Friedrich Nietzsche li ha risvegliati. Ed ecco che, volenti o nolenti, vi ho deliziato. Nel peggiore dei casi potete sempre chiamare la neuro

Annunci

7 pensieri su “Alla ricerca del giusto equilibrio …

  1. @faucho: si, è vero di uomini ne esistono pochi … ma da tutti gli altri è abbastanza facile ottenere quello che si vuole, bastano due occhi dolci e un sorrisino in più!

    comunque, il mio vagare non riguarda e non vuole essere assolutamente esaltazione dell’essere “stronza”! siamo usciti fuori dal tema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...