Just another …


vampiro

… non so cosa a dir la verità.
Girando per il web ho trovato la notizia di uno che si fa chiamare artista, Guillermo Habacuc Vargas, nato in Costarica.
La decisione della stesura di questo post è stato un pò travagliata, perchè non voglio fargli ulteriore pubblicità, anche se negativa.
Tale individuo in agosto nella Galería Códice (in Nicaragua) ha presentato una sua mostra. “Opera” principale in un angolo un cane tenuto in catene, lasciato morire di fame e sete a poco a poco. L”‘opera d’arte” consisteva nel guardare la sua agonia in quanto non era neanche consentito a nessuno dargli da mangiare o da bere. Ha anche vietato le cure di un veterinario prima che morisse. E siccome la morte ed i maltrattamenti sono una sublime forma d’arte a cui si possa assistere, le mura che circondando l’animale sono ricoperte di scritte create utilizzando croccantini per cani. Inutile dire che il povero animale è deceduto poco tempo dopo l’inizio della mostra.
La notizia è giunta alle “nostre” orecchie poichè il soggetto è stato scelto per la Biennale Centroamericana del 2008 che si terrà in Honduras.
Notizia della quale non ho fonti attendibili, quindi da non considerare orocolato, (mi preoccuperò inoltre di accertarla) è : “D’ accordo con Rodrigo Peñalba il cane è stato perseguitato in un quartiere di Managua da 5 bambini i quali aiutarono la cattura in compenso di alcuni buoni per la collaborazione.”

Indifferenza, o protesta solo blanda, di coloro che hanno visitato l’esposizione. Autorità -magistratura e polizia-cui spetta il compito di impedire gesti disumani immobili. Ipocrisia del Madc (Museo de arte y diseno contemporaneo) che proclama la legittimità e la sua stima per Habacuc Vargas e mancanza di una qualsiasi deplorazione per la sua crudeltà. Il Madc rifiuta ogni intervento, a cominciare dalla cancellazione dell’Habacuc dal catalogo della Biennale Centroamericana del 2008. Inoltre si atteggia a difensore e protettore delle libertà intellettuali e artistiche. «Un’opera anche se discussa e discutibile- sta scritto in un comunicato-deve servire di spunto per opinioni diverse, e sia pure contrarie, però non devemai dare spunto a censura. La censura di un’opera e di un artista, per il tema prescelto o per la forma in cui l’ha svolto, è una misura repressiva. La richiesta di annullare la partecipazione di Guillermo Habacuc Vargas alla Biennale è infondata non solo perché le opere per le quali l’artista è stato selezionato sono diverse dall’opera messa in discussione, ma perché la censura diun artista, per aver fatto un’opera molto polemica – e soggetta a critiche estetiche ed etiche – non ha legittimazione»

Quando ho letto la notizia ero disgustata, poi delusa, poi ancora disgustata, convinta della mia stupida ingenuità ed infine è tornata la calma, la lucidità. Ho perso il “bianco candore” dell’ingenuità parecchio tempo fa, ma Si, mi sono sentita molto ingenua, perchè, nonostante si sentano ora dopo ora, giorno dopo giorno notizie di uccisioni di uomini, donne e bambini nei modi più orrendi, più crudeli, per i motivi più stupidi o peggio ancora per nessun motivo, mi sorprendo ancora della pura cattiveria delle persone.
Questa volta si tratta di un cane. Esattamente di un animale. Forse qualcuno avrà alzato le spalle leggendo che si trattava solo di un cane! Ma resta il fatto che: Siamo tecnologicamente bestie!!!
Vittime e protagonisti giorno dopo giorno del consumismo, come sanguisughe e vampiri ci nutriamo delle sofferenze e dei dolori del prossimo, lo stesso prossimo al quale dovremmo porgere la guancia. vendiamo santi e beati per ottenere un posto in paradiso e poi premiamo il grilletto sull’indifeso, sull’innocente. un mondo fatto di vallette e calciatori, di tradimenti e di reality… e tu!? ed io!? fortunatamente il mondo è anche quello fatto dai buddisti del myanmar, dai medici di Senza Frontiere, da donne e uomini che lottano per i propri e degli altri diritti a costo della vita… per tanto speriamo che venga fermata tale opera!
Un’uccisione è grave e triste di per sé, diventa mostruosa se fatta solo per divertimento a prescindere se si ammazzi un essere umano o un animale!

Per scelta ho deciso di non postare le foto del cucciolo ma chi volesse confutare la crudeltà e la veridicità: marcaacme

E qui di seguito il link della petizione per fermare un ulteriore atrocità: petizione
Attualmente sono 139940 le firme.

Fonte: ilGiornale.it

Annunci

4 pensieri su “Just another …

  1. Non mi stupisco, perche’ ormai, per farsi pubblicita’, le persone sono disposte a tutto.

    Ma a sto punto spero in qualche “animalista estremista” che lo rapisce, lo butta in una stanza senza luce e attacca alle prese d’aria della stanza gli sfoghi degli areatori di una cucina di qualche ristorante Italiano.

    Deve soffrire pure lui sto pezzo di me**a.

  2. L’uomo è molto più bestia di qualunque animale, è l’unico che uccide per puro divertimento e non per sopravvivenza.
    Non gli auguro di soffrire, sinceramente, vorrei solo che l’indignazione delle persone sia più esplicità, costante e migliore. Cioè, le stesse persone che si disguastano per questa “opera”, magari non hanno le stesse reazioni sentendo dei morti nel myanmar, o di quelli in congo, o dei milioni di bambini morti, donne stuprate ..etc..etc.. considerandole “quotidianeità” diventando loro stessi protagonisti/vittime di una società che sta marcendo nel cuore.

  3. Per il bene del mondo artistico sud-americano (o da qualunque altro buco del pianeta venga sto stro**o!) Dio non voglia che incontri questo pseudo-idiota per strada un giorno,nella mia vita..!!Gli farei fare la stessa fine del povero cane…!!:@

  4. Benvenuto kyoku,
    sinceramente non so se bisogna arrabbiarsi maggiormente con lui o con chi glielo permette!!! e soprattutto anche chi guarda e non fa nulla è altrettanto colpevo, non solo in questo caso ma in generale per tutte le cattiverie che accadano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...