Rosso …


evoluzione o devoluzione

… come il sangue, come l’amore, come la passione, come il colore dei capelli …

Sembra che io stia dando i numeri come al solito, ma non è cosi: è una notizia seria ed interessante. giuro!!! cioè non è che vi cambierà la vita, non è che grazie a questa notizia ora potrete finalmente acquistare la casa dei vostri sogni o non pagare più le tasse (tsè tsè) … ma è interessante! 😛

Un gruppo di ricercatori italiani, spagnoli e tedeschi che ha compiuto analisi sul Dna nucleare di due reperti ossei neanderthaliani, ha scoperto che le caratteristiche dell’uomo di Neanderthal sono molto simili a quelle dell’uomo moderno. Ed in particolare, sembrerebbe che avessero i capelli rossi e la pelle chiara – alla facciaccia mia che ho sempre odiato i capelli rossi (naturale, quello via di mezzo con l’arancione) sia per le donne che per gli uomini.
La ricerca sarà pubblicata sulla rivista Science ed è stata illustrata da David Caramelli, docente di antropologia molecolare del dipartimento di Biologia animale e genetica dell’ Università di Firenze, capofila del team di ricercatori italiani, e da Laura Longo, conservatore presso il Museo di Storia naturale di Verona dove è custodito il reperto neanderthaliano ritrovato in Italia (sui Monti Lessini) ed analizzato.
Sembrerà banale come scoperta, ma in realtà rappresentano altre conferme importanti ad ipotesi che gli studiosi avevano già avanzato. Cioè he l’uomo di Neanderthal (vissuto in Europa e in Oriente da circa 250.000 a 30.000 anni fa) e l’ Homo sapiens (proveniente dall’ Africa in Europa circa 50.000 anni fa) avrebbero evoluto queste due caratteristiche, capelli rossi e scarsa pigmentazione della pelle, in modo indipendente. Questo vuol dire che il “convolamento a nozze” tra le due specie non è avvenuto, nonostante ci sia stata una convergenza evolutiva.
Ad avvalorare le tesi è stata l’analisi svolta in parallelo su un reperto conservato al museo di Verona ed un altro proveniente da una grotta spagnola dell’ Asturia.
Queste sono le prime caratteristiche fenotipiche scoperte sull’uomo di Neanderthal e si andranno ad aggiungere a quelle finora conosciute: arti corti e molto robusti, altezza circa 1,60, mascella sporgente, mento debole e fronte sfuggente -, che si estinse circa 30.000 anni fa, ed è l’ ultima specie a divergere dalla linea umana prima dell’ emersione dell’ Homo sapiens anatomicamente moderno.
Il team procede con ulteriori analisi e studi per cercare di scoprire altre caratteristiche. Beh, in bocca al lupo signori!!!

Fonte: ansa

Annunci

17 pensieri su “Rosso …

  1. A me non mi pare cultura.
    La cosa sicura e’ che e’ una di quelle ricerche che non avranno mai possibilita’ di ricevere alcun riscontro, a meno di spenderci sopra un patrimonio… che nessuna universita’ si sentira’ mai di fare.

    Quindi, SO?

  2. Ma perchè dici così scusa?
    Il DNA nucleare contiene circa 100 mila geni mentre il DNA mitocondriale ne contiene circa 37. E i mutamenti casuali di ciascun gene del DNA nucleare avvengono in tempi molto lunghi, mentre quelli del DNA mitocondriale avvengono in tempi molto brevi e con grande regolarità. Quindi viene avvalorata l’ipotesi che la carnagione chiara ed il colore dei capelli rossi siano caratteristiche di base della specie.
    Per quanto, relativamente significative per la vita di tutti i giorni, sono importantissime per il mondo scientifico, e per tanto è negli interessi dei ricercatori che dell’università confutare tali risultati. Si tratta di comporre puzzle dopo puzzle la storia dell’evoluzione!

  3. Il DNA nucleare contiene circa 100 mila geni mentre il DNA mitocondriale ne contiene circa 37. E i mutamenti casuali di ciascun gene del DNA nucleare avvengono in tempi molto lunghi, mentre quelli del DNA mitocondriale avvengono in tempi molto brevi e con grande regolarità. Quindi viene avvalorata l’ipotesi che la carnagione chiara ed il colore dei capelli rossi siano caratteristiche di base della specie.

    Sono senza parole! O_o

  4. @detro: Molto divertente … tendo sempre a documentarmi su ciò che scrivo.

    @nemo: si, ma sono anche su wiki e su un qualsiasi libro di bio. basta cercare “genoma” o “dna”.. invece di cercare il testo pari pari potevi anche sforzarti di capirne l’uso oltre che la notorietà dell’argomento.

  5. @alha: cercavo solo di sopperire alla mancanza di riferimenti bibliografici. Se leggo una cosa simile, voglio sapere da dove viene, visto che è pubblico il fatto che non ti occupi di genetica.

  6. Aggiungo: che cosa vuol dire capire l’uso di un argomento? E poi se tu scrivi un’affermazione forte come quella, l’unica cosa che mi interessa e vedere qual è la fonte, per verificare e per approfondire. È la norma, non vedo cosa ti abbia sconvolto nella mia più che normale azione.

  7. non mi sono sconvolta, forse sono stata un pò acida.

    non ho pensato a mettere riferimenti semplicemente perchè sono informazioni ripetute su wikipedia, sul mio vecchio libro di biologia, e numerosi articoli oltre che nella presentazione (non scritta da lei) del libro di Rita Levi-Montalcini. semplicemente.

  8. non sto assolutamente dicendo questo e poi nn mi sembra nè star scrivendo un trattato nè tanto meno niente di così tanto importante. ho fatto delle ricerche, confrontato le informazioni e riportato quello che secondo il mio punto di vista fosse necessario a confutare l’importanza della scoperta.
    hai preteso riscontri ed approfondimenti, hai fatto benissimo. Metto sempre le fonti, in questo caso mi è sembrato irrilevante.

  9. Non ho detto che stai scrivendo una tesi in genetica, sto solo dicendo che hai dato per scontato che tutti avessero già letto altrove e/o sapessero dove trovare quell’informazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...