Birmania: uniti contro l’oppressione!


monks

Ancora attacchi, ancora morti ad Myanmar!
Ufficialmente sono 9 i deceduti e ora si attaccano, ed è una vera e propria caccia, i giornalisti stranieri, infatti è morto un giapponese sparato a sangue freddo da un soldato a Yangon, la cui colpa era solo quella di fare fotografie e di essere portavoce della verità!
Il regime tenta di bloccare tutte le notizie, perchè non si devono sapere gli orrori che stanno commettendo!

Oggi, è stato chiesto a chiunque voglia sostenere i monaci e birmani nelle loro lotta contro l’oppressione e a favore della libertà, dell’uguaglainza e della giustizia, di indossare anche solo un piccolo oggetto rosso! Non sarà molto, ma infondo il mare è fatto di gocce!!!

Ecco un video dell’accaduto

Annunci

2 pensieri su “Birmania: uniti contro l’oppressione!

  1. In Birmania è stato spento internet: non c’è più connettività. I più smanettoni, soprattutto gli universitari, riuscivano a pubblicare fino a poco tempo fa foto che documentassero gli avvenimenti.
    Esprimi la tua solidarietà al popolo Birmano, tingi di rosso il tuo blog. Se non puoi farlo, nel mio blog ho messo a disposizione uno script che inserisce una coccarda in alto a destra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...