Harsh Time: i giorni dell’odio


harsh time

“Il veterano della Guerra del Golfo Jim Davies non riesce a riabbracciare la vita civile: perseguitato da incubi e allergico ai lavori da scrivania, brucia tutti i suoi risparmi in attesa di offerte che non arriveranno mai. Jim, per poter sposare la sua ragazza messicana, si mette alla ricerca di un lavoro con il suo amico Mike, ma finisce per vagare per la città in cerca di guai: litigano con il ragazzo di una sua ex, membro di una gang, e in poche ore piantano i semi della propria fine…”


Reduce dal successo del film The Prestige, anche grazie alla sua brillante interpretazione di Alfred Borden, Christian Bale interpreterà l’irrequieto Jim Davies, la bella messicana sarà Eva Longoria (resa famosa dal telefilm Desperate HouseWives) e Freddy Rodríguez nei panni di Mike Alonzo (visto anche in GrindHouse come El Wray).
Il film, scritto e diretto da David Ayer, è del 2005, l’uscita al cinema è prevista per oggi, 8 giugno.
Una recensione molto interessante dice:
“”Harsh Time” segna l’esordio alla regia di David Ayer, stimato per aver sceneggiato lo scorcio metropolitano in “Training Day”. Tornato alle atmosfere sporche e fredde della sua Los Angeles, racconta con poche riserve morali, l’amicizia tra due uomini diversi caratterialmente ma identici nel perseguire uno stile di vita che sia frutto di un menefreghismo esasperato. Sesso, alcol, droga un mix esplosivo che comprometterà la vita di entrambi, risucchiati in un vortice dannato, dal quale non ci sarà alcuna via di fuga.

Girato in Super 16mm e montato da Conrad Buff, Harsh Time funziona per diversi motivi. E’ duro nel raffigurare i quartieri meno in di Los Angeles, in cui il degrado è parte integrante dell’ambiente, nella sopravvivenza legata al traffico di armi, al predominio del proprio gruppo. Una realtà che fa da contorno a un piatto nudo e crudo, nello scontro tra delirio e stabilità. Da una parte Jim (Chistian Bale), un duro soldato pronta a far parte dei federali, all’apparenza privo di anima; e dall’altra Mike (Freddy Rodríguez), un ragazzo legato all’amore più che alla carriera. La perdita di stabilità fra i due porterà al delirio più irrequieto, in cui realtà e orrore saranno legati dallo stesso filo conduttore: il sangue. Magistrale la prova di Bale, capace di infondere quella forza al personaggio, merito del fisico statuario e dello sguardo che in pochi sarebbero capaci di emulare. Altrettanto bravo Rodríguez nell’essere complementare con le sue differenze fisico-emotive. La regia grazie all’uso costante dei primi piani mette a nudo l’emotività dei personaggi, permettendoci di penetrare attraverso i loro occhi. Funzionale alla narrazione.

La silente colonna sonora di Graeme Revell (Sin City, Kingdom Of Heaven) prende le redini della situazione solo nei momenti di massima tensione, mentre lascia libero il posto alle track originali latinoamericane per buona parte del tempo. La sceneggiatura riprende fedelmente la passata opera del neo-regista risultando godibilissima per i motivi descritti poco sopra. In definitiva, si tratta di lavoro diretto agli appassionati delle opere da strada. Con grande sguardo proiettato verso il maestro Martin Scorsese ed in particolare nelle opere prime quali “Mean Street” e “Taxi Driver”.”

Ecco il trailer:

Fonte: cineblog, yahoo

Annunci

Un pensiero su “Harsh Time: i giorni dell’odio

  1. Pingback: Kate Walsh & hot 100: the most sexy girls « enchanted world

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...