Family Day


“Una famiglia è costituita da un gruppo di persone che vivono insieme, oppure da più gruppi di persone aventi in comune la discendenza (dimostrata o stipulata) da uno stesso progenitore, da una unione legale o da una adozione. Tra i membri di una famiglia si individuano varie relazioni e gradi di parentela.” Fonte: wikipedia

“1 -Nucleo fondamentale della società umana costituita da genitori e figli;
2- Il complesso delle persone unite da uno stesso vincolo e aventi un ascendente diretto comune, considerato nel passato, nel presente, nel futuro.” Fonte: Nuovo Zingarelli, undicesima edizione 1984

Il 10 dicembre del 1948, a Parigi, le Nazioni Unite firmarono la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’ Uomo affinchè fosse applicata in tutti tali Paesi.
Ne cito un articolo, il sedicesimo:
“Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all’atto del suo scioglimento.”

La Costituzione della Repubblica Italiana:
“Art 1 – L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
Art 2 – La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Art 3 – Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
Art 7 – Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani
Art 13 – La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell’autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge.”

Il 12 maggio a Roma si terrà la manifestazione “Family Day”.
E’ una giornata importante alla quale possiamo e dobbiamo partecipare tutti, cattolici e non. Tutti noi abbiamo una famiglia, che sia composta da consanguinei o semplicemente da amici che sono diventati oramai come fratelli e sorelle.

Tantissime sono le polemiche per questa manifestazione: i cattolici dicono che non è una manifestazione contro i Dico, eppure non li vogliono alla manifestazione; il presidente del Forum famiglie Giovanni Giacobbe, organizzatore della manifestazione, invece espone lo slogan “Il bene della famiglie è il bene del Paese” e quindi chiunque ha diritto di manifestare e che i vescovi non sono coinvolti e i politici liberi di aderire; d’altro canto, le associazioni nazionali Agedo (associazione genitori di omosessuali), Arcigay, Arcilesbica, Famiglie arcobaleno (associazione papà e mamme omosessuali), e Liff (Lega italiana famiglie di fatto) annunciano “Anche noi parteciperemo alla manifestazione del 12 maggio per le famiglie, perché anche le nostre sono famiglie italiane” .

Questo quanto appare in un articolo di Repubblica.

E la Chiesa!? Secondo questo articolo, il direttore della sala stampa della Santa Sede, Padre Federico Lombardi avrebbe lamentato “un uso strumentale delle posizioni della Chiesa sui Dico da parte di agenzie, giornali e tv. La polemica sulle unioni di fatto e la Chiesa, dice il sacerdote, è solo l’ultimo e forse più significativo esempio, di una crisi nella etica della comunicazione e di un abbassamento della professionalità dei media, che ha portato a descrivere una Chiesa oscurantista”. Ma….!? Io non ho capito se con questo intendeva dire che è giusto che partecipino anche i Dico oppure no. (non credo che fosse l’intento purtroppo)
Cmq, se la Chiesa ritrattasse qualcuna delle cose dichiarate in precedenza, sarebbe, a mio giudizio, solo un seguire il Credo di nostro Signore: uguaglianza, giustizia, fratellanza, solidarietà, rispetto, Amore!

Un articolo ben fatto, restante in tema, con commenti anche molto interessanti e che stimolano il confronto e la discussione, è stato scritto da Secretum. Vi consiglio di andare a leggerlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...